Vorstellung der Kandidaten zur OB-Wahl – Rede des Kandidaten Roland Tralmer

Wenn Sie auf das Video klicken, nimmt Ihr Browser Kontakt zu YouTube auf. Mehr dazu in der Datenschutzerklärung.

Per ulteriori letture: il manoscritto del mio discorso:

Caro signor sindaco,

Cari concittadini della città di Albstadt,

Mi chiamo Roland Tralmer, ho 55 anni, sono sposato e lavoro come avvocato nella nostra città. Sono cresciuto a Ebingen e da molti anni sono radicato nella nostra città a livello privato, volontario e professionale. E quando dico “la nostra città”, non intendo Ebingen, ma sono un “albese per convinzione” con molto cuore e molta anima.

Signore e signori,

perché sono qui oggi a candidarmi alla carica di sindaco? Nei mesi scorsi, molti concittadini, anche di altri partiti, associazioni, mi hanno avvicinato chiedendomi di mettermi a disposizione. Innanzitutto, ho discusso con la mia famiglia di quello che ritengo essere un “lavoro a tempo pieno” e sono contento che la mia famiglia e mia moglie mi abbiano dato il “via libera”, così come la mia casa politica, il CDU. Ma non intendo la mia candidatura in alcun modo in termini di politica di partito. A livello di politica locale, non si tratta di litigare tra partiti, ma di discutere insieme la strada migliore da seguire per la nostra vivibile e amabile città.

I tempi non sono facili, né nel mondo né ad Albstadt. La svolta dei tempi è arrivata, lo sviluppo economico è incerto, così come quello delle finanze della città. Che cosa è importante per questo?

Particolarmente importanti per la città di Albstadt sono oggi le parole chiave “fiducia”, “comunicazione” e “attuazione”. Andremo avanti solo se i nostri concittadini – tutti voi – avranno la fiducia necessaria nell’amministrazione comunale per dominare il futuro. Ciò significa che l’amministrazione, il consiglio comunale e i politici comunicano apertamente, vi informano pienamente e prendono decisioni trasparenti e comprensibili. Soprattutto, però, è importante metterli in pratica!

Ed è qui che si applica. Abbiamo 9 distretti indipendenti, ognuno unico e con particolari punti di forza. Distretti con consigli locali forti che devono essere ulteriormente rafforzati e ascoltati. Non voglio espressamente il centralismo in questa città, no, bisogna usare la conoscenza e la competenza per trovare soluzioni sul campo nei quartieri della città. Questo è esattamente ciò che ci porterà ad espanderci, cosa di cui abbiamo urgentemente bisogno: Vorrei lavorare con voi per una nuova e migliore fiducia in se stessi ad Albstadt. Come città più grande del distretto di Zollernalbkreis, non abbiamo davvero bisogno di nasconderci con il nostro paesaggio unico, la nostra grande forza economica e, soprattutto, con la nostra popolazione impegnata.

Ecco perché, onorevoli colleghi, per me non si tratta di uno slogan elettorale, ma semplicemente di rafforzare ulteriormente il bene della nostra città. Non c’è bisogno di dirlo!

Ora dobbiamo affrontare gli aspetti difficili e quelli da migliorare. Non si ottiene nulla con le sole chiacchiere e i concetti. Questa città ha piani, pareri di esperti e documenti per ogni settore della vita: Albstadtkonzeption 2030, concetto di pista ciclabile, concetto di protezione dal rumore, concetto di turismo – per citare solo alcuni esempi. Mancano però i temi dell ‘”attuazione” e del“filo rosso della politica locale“, con una risposta alla domanda:

Dove stiamo andando? Dove sarà Albstadt tra 10 anni?

Potete già leggere il mio programma su Internet da dicembre, cosa che ovviamente è stata fatta. Pertanto, nei discorsi di oggi sentirete molti degli stessi contenuti. Per lo meno sono molto soddisfatto del fatto che improvvisamente sembra esserci così tanto accordo su questioni come l’economia, i lavoratori qualificati, gli alloggi, l’energia e così via.

I tuttavia, non sono stato finora in carica come sindaco e avrei potuto attuarlo molto tempo fa, né le mie precedenti convinzioni politiche sono improvvisamente cambiate in modo sostanziale a causa della campagna elettorale del sindaco – rimangono.

Non tutto ciò che è stato concepito sarà immediatamente e prontamente realizzabile. Tanto più che le finanze comunali sono sempre più limitate a causa di aumenti significativi e inaccettabili dei costi nel settore delle costruzioni. Dobbiamo quindi stabilire delle priorità per la nostra città vivibile e amabile.

Per andare avanti, dobbiamo innanzitutto conoscere le nostre radici: Albstadt è una città industriale matura, la metropoli economica del distretto di Zollernalbkreis, che contribuisce in modo significativo al suo finanziamento. Per questo motivo, un buon futuro è possibile solo se continuiamo a rafforzare Albstadt come sede commerciale. Non è la discussione annuale sull’aumento dell’imposta sulle imprese che ci porta lontano, ma il rafforzamento della località e dei suoi posti di lavoro. Ciò significa alimentare l’industria, il commercio, l’artigianato e i servizi esistenti e sostenere la nascita di nuovi. Per questo motivo, il tema dell’economia deve tornare a essere una “questione per il capo”. Dobbiamo ampliare lo sviluppo economico e metterlo alle dirette dipendenze del sindaco. Il sindaco deve cercare regolarmente il dialogo con la comunità imprenditoriale locale di propria iniziativa. Deve chiarire quali sono le condizioni quadro di cui ha bisogno la sede commerciale di Albstadt per continuare a crescere e prosperare in futuro – in modo sostenibile, si badi bene. Non deve rimanere che una volta all’anno l’IHK invita a un ciclo di discussione.

In questo modo, abbiamo anche bisogno di perizie meno costose, ad esempio sulla questione della necessità di nuove aree industriali. Perché non dobbiamo rinunciare a nuove aree commerciali. Ma devono essere ecologici e sostenibili. Anche il turismo dovrebbe essere sviluppato ulteriormente in questo modo, non come turismo di massa, ma come progetto di alta qualità e compatibile con l’ambiente, di cui beneficeranno tutta la nostra città e i suoi abitanti. Se riusciremo in questo intento, a volte aiuteremo il nostro commercio assediato a rifiorire.

Ma c’è molto, molto di più di una città in cui vale la pena vivere e amare: ad Albstadt c’è una carenza di lavoratori qualificati. Deve essere possibile offrire alloggi a prezzi accessibili. E non solo alloggi veloci e ristrutturati a basso costo, ma alloggi di qualità. Le cose stanno andando in modo troppo ponderato per me. Se sarò eletto, quindi, lancerò immediatamente un'”offensiva abitativa” con una politica fondiaria attiva per poter acquistare le aree edificabili esistenti nei centri urbani. Questo non può essere fatto solo dal “custode urbano”. In questo caso, il sindaco non deve essere troppo timido nell’agire in prima persona quando si tratta di proprietà importanti.

Dovremo anche spingere per ottenere nuove aree edificabili in tutti i distretti. Non per favorire l’espansione urbana, ma per garantire il futuro di una città in crescita che deve tornare a essere più attraente, soprattutto per le giovani famiglie. Questo include diverse forme di costruzione, la collaborazione con gli investitori che non possono più lamentarsi del fatto che l’amministrazione comunale non li richiami nemmeno quando fanno le loro richieste. In questo caso, la nostra impresa di costruzioni municipale AS-Wohnbau deve svolgere un ruolo molto più attivo di prima.

La nostra città vivibile comprende anche un ambiente sicuro e pulito. Chi nega che la città di Albstadt – e in particolare Ebingen – abbia un problema si sbaglia. Su mia insistenza, siamo riusciti a fare un passo avanti: Nel corso di quest’anno ci saranno sia nuovi posti che macchine presso l’Ufficio Operativo per la Nettezza Urbana e, cosa ancora più importante, un servizio di ordine pubblico comunale di nuova introduzione con poteri di polizia per rafforzare il senso di sicurezza della nostra popolazione, soprattutto nelle aree problematiche e nelle ore notturne. Questo è stato deciso, e anche in questo caso la parola chiave è “implementare ora”.

La qualità della vita comprende anche la riqualificazione delle nostre periferie, attualmente la riqualificazione del centro di Ebingen con più verde, più qualità del soggiorno, con più aree che invitano gli abitanti a soffermarsi. Abbiamo bisogno di più offerte per tutte le generazioni, per le famiglie, i giovani e gli anziani. Tra l’altro, questo include anche l’accessibilità, laddove possibile, e il funzionamento dei trasporti, con un trasporto pubblico locale ben programmato – dove c’è un’enorme necessità di miglioramento – e tutti i sistemi di trasporto che lavorano insieme su un piano di parità: dalle auto ai trasporti pubblici, ai ciclisti e ai pedoni.

Qualità della vita significa anche arte e cultura, associazioni e volontariato: un ‘altra priorità della mia lista: Promuovere ulteriormente il nostro ricco paesaggio culturale, con musei ma anche una vivace scena artistica e culturale privata. Da anni chiedo che vengano migliorate le linee guida per il finanziamento delle nostre associazioni. Anche in questo caso, vorrei “non parlare, ma attuare”!

Pertanto, è anche importante affrontare rapidamente il problema dei padiglioni. È qui che la politica locale sta sbandando in questo momento. Ciò che manca è la fiducia e la trasparenza. È quindi importante non attuare l’attuale decisione del consiglio comunale, ma discuterne nuovamente con tutti voi, per quanto riguarda Thalia, la sala festival di Ebingen, i palazzetti dello sport, ma anche per quanto riguarda la questione di quando, dove e come costruire una nuova sala per la cultura e gli eventi. Per me questo fa parte della promozione del volontariato e dell’associazionismo: senza volontari, senza i vigili del fuoco, la Croce Rossa tedesca e le associazioni, nella nostra città non funzionerebbe nulla. Anche in questo caso c’è una mancanza di “comunicazione”. Dobbiamo rafforzare il lavoro di rete tra i nostri volontari e tra le associazioni e l’amministrazione. Inoltre, è importante valorizzare il lavoro volontario. Per me personalmente è quindi molto più importante celebrare in futuro una giornata del volontariato nella nostra città invece della precedente festa dei cittadini, che serve proprio a questo scopo: fare rete, scambiare informazioni e apprezzare il volontariato! In futuro, l’amministrazione dovrebbe reagire in modo flessibile ai desideri e alle preoccupazioni delle associazioni. Finora evidenzia tutto ciò che non può essere fatto. Voglio lavorare insieme a voi per mettere in pratica il volontariato in modo apprezzabile.

Inoltre, un’elevata qualità della vita comprende asili nido e istituti scolastici: Negli ultimi anni abbiamo fatto buoni progressi in questo senso. Tuttavia, questo deve essere perseguito rapidamente. Non solo per le misure strutturali. No: abbiamo bisogno di più asili nido per i bambini e di un’offerta scolastica completa sotto l’aspetto “gambe corte, strade corte” con offerte di assistenza flessibili. Abbiamo bisogno di un numero sufficiente di lavoratori qualificati e di insegnanti, nonché di attrezzature tecniche aggiornate nelle scuole.

È atteso da tempo, proprio come l’avanzamento deciso della transizione energetica ad Albstadt. Vorrei affrontare l’espansione dell’energia solare nella nostra città – a livello privato e pubblico – così come dobbiamo spingere l’ingresso nell’approvvigionamento energetico decentralizzato utilizzando fonti energetiche autoctone da biomassa e altre fonti. Questo deve riuscire, non da un giorno all’altro, ma se iniziamo ora con una chiara prospettiva futura per il bene della nostra città!

Tutto questo, onorevoli colleghi, sarà possibile solo con un’amministrazione digitalizzata e a misura di cittadino. Abbiamo bisogno di radicare nuovamente l’idea di servizio nell’amministrazione di questa città. Anche questo è un segno della digitalizzazione: in futuro, solo chi dovrà presentarsi di persona per motivi impellenti dovrà recarsi in municipio. Tutto il resto deve essere possibile al giorno d’oggi con mezzi digitali. L’idea che l’amministrazione sia “autorità” deve scomparire. Il capo dell’amministrazione e l’amministrazione stessa sono fornitori di servizi per i residenti di questa città. Per me è quindi scontato che in futuro il sindaco non si limiti a tenere l’orario d’ufficio nel municipio di Ebling, ma si rechi dai cittadini dei quartieri locali per l’orario d’ufficio in loco, in orari facilmente osservabili.

Ci sono tavole spesse da perforare per il futuro di Albstadt. Nessuno può farlo da solo. Per quanto riguarda la famiglia, vorrei quindi ringraziare mia moglie Kristina, che mi ha coperto le spalle nelle ultime settimane ed è disposta a farlo anche in futuro.
Ma noi insieme, l’amministrazione, il consiglio comunale e tutti voi, possiamo vincere queste sfide. In collaborazione fiduciosa e all’altezza degli occhi. Affrontiamolo quindi insieme, con fiducia, creatività e forza di volontà, ma sempre con rispetto reciproco e umorismo. La nostra patria ha tutto questo e sarò lieto di dedicarle tutte le mie energie nei prossimi 8 anni. Per questo, chiedo sinceramente la vostra fiducia il 5 marzo 2023!

Ihr OB für Albstadt – teilen Sie diesen Beitrag für Veränderung in unserer Stadt!

Lascia un commento

Il conferimento del nome e dell'indirizzo e-mail è volontario. È possibile commentare senza fornire dati personali. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top